26/10/2018

Eventi | Convegno “Il Non Profit per la cultura e lo sviluppo del Mezzogiorno”

Creiamo insieme un futuro su misura del Sud Italia

Dopo mesi di lavoro dietro le quinte il convegno di venerdì 26 Ottobre nel Foyer del Teatro San Carlo di Napoli ha finalmente alzato il sipario sulla Fondazione Enrico Isaia e Maria Pepillo nell’ambito di un confronto sul Non Profit per la cultura e lo sviluppo del Mezzogiorno.

Moderati da Stefano Arduini, direttore della rivista “Vita” testata di riferimento per il Non Profit in Italia) hanno portato il loro contributo, offrendo numerosi spunti di riflessione, Vito Grassi (Presidente Unione Industriali Napoli e Campania), Gaetano Manfredi (Rettore Università di Napoli “Federico II” e Presidente CRUI), Giorgio Righetti (Direttore Generale ACRI), Rosanna Purchia (Sovrintendente Teatro di San Carlo), Armando Branchini (Vice Presidente Fondazione Altagamma), Gianfranco D’Amato (Amministratore Delegato di Seda International Packaging Group e membro Advisory Board del Museo di Capodimonte) e Massimo Pelliccia (Sindaco di Casalnuovo) e Gianluca Isaia (Presidente della Fondazione e CEO della Isaia & Isaia Spa).

Un parterre di relatori di alto profilo ed un confronto serrato con il moderatore Stefano Arduini attraverso i temi delle diverse forme di sostegno al Non Profit per la cultura e lo sviluppo hanno consentito di offrire ai numerosi invitati presenti nel Foyer del Teatro San Carlo una visione organica ed aggiornata di questi argomenti, con un occhio prima al contesto nazionale e poi a quello più vicino al Mezzogiorno ed alla Campania.

La conclusione dei lavori del convegno non poteva che essere affidata a Gianluca Isaia, che ha illustrato al pubblico presente progetti e attività della Fondazione, partendo dalla motivazione di dare un contributo a migliorare l’immagine complessiva di Napoli.
Visto il forte richiamo alle radici, evidente fin dalla denominazione della Fondazione, non sono mancati riferimenti alle origini del Gruppo Isaia che, partendo da un piccolo laboratorio di 40 mq è riuscito a creare una realtà internazionale che con questo nuovo progetto dichiara la sua ambizione di voler “vestire Napoli di storia, cultura e sviluppo”.

Tra i numerosi partecipanti al nostro primo evento pubblico l’attore Sergio Assisi, gli imprenditori Costanzo Jannotti Pecci, Giovanni Lombardi e Carlo Palmieri; i rappresentanti di Confindustria Michele Lignola e Gianluigi Traettino; i professori Sciarelli e Russo Kraus; la giornalista Anna Paola Merone ed il Direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger che ha dato il via agli interventi dal pubblico offrendo la disponibilità del Museo per una edizione speciale del corso di lingua napoletana meritandosi gli applausi di tutti i presenti.

Torna alle notizie Torna alle notizie
associato a Assifero